Ceramica

La collezione di porcellane e maioliche del Museo Poldi Pezzoli è stata costituita prevalentemente dallo stesso collezionista; conta in totale seicentoquarantotto pezzi e si compone di un consistente, pregiatissimo gruppo di opere della manifattura di Meissen e da alcuni pezzi provenienti dalle più importanti fabbriche europee (Sèvres, Wedgwood, Berlino, Strasburgo, Vienna), estremo-orientali, oltre che italiane (Doccia e Capodimonte).
La sezione di porcellane di Meissen, certamente la più ricca e significativa, copre cronologicamente la produzione della manifattura dal 1720 alla seconda metà dell’Ottocento, e comprende servizi da tavola, servizi da tè e caffè, statuette, gruppi e oggetti vari.

La gran parte dei pezzi è esposta in un’ampia vetrina, allestita nel 1880 dal Bertini, che divide il Salone Dorato dalla Sala degli stucchi (già Sala Gialla).