Giovan Angelo del Maino - inv. 3274

Titolo: 
Lo Sposalizio della Vergine
Numero di Inventario: 
3274
Tipologia: 
wood carvings
Collezione: 

Sculpture

Classe iconografica: 
Religious
Parole chiave soggetto: 
Vergine Maria
San Giuseppe
sommo sacerdote
giovani pretendenti alla mano di Maria
Motivo attribuzione: 
bibliography
Autore, ambito, luogo di produzione: 
Giovan Angelo del Maino (documentato 1496-1536)
Ambito e luogo di produzione: 
Lombardia
Italia
Periodo: 
1450
1500
1525
Pubblicazione: 
Si
Libri correlati: 
Materia e Tecnica: 
painted wood
carved wood
Data di Ingresso: 
1963
Acquisizione: 
Associazione Amici del Museo Poldi Pezzoli
Tipo di acquisizione: 
donation
Tipo di collocazione: 
on display
Collocazione: 
Lombard Rooms

La scena è ambientata all’interno di un tempio. Secondo i Vangeli apocrifi, Giuseppe, sebbene già anziano, sarebbe stato scelto come sposo di Maria grazie a un segno divino: la fioritura miracolosa del suo bastone. Il sommo sacerdote, che indossa un alto copricapo, unisce in matrimonio i due sposi. Dietro Giuseppe sono raffigurati i giovani pretendenti alla mano di Maria che si disperano per la mancata fioritura dei loro bastoni. L’opera faceva parte di una pala d’altare lignea, insieme ad altri rilievi narrativi e a sculture a tutto tondo. L’opera è un capolavoro di Giovan Angelo del Maino, il più raffinato fra gli scultori in legno del Rinascimento lombardo, probabilmente in questo caso con la collaborazione del fratello Tiburzio. Il rilievo si segnala, oltre che per la qualità dell’intaglio, anche per la splendida decorazione policroma e dorata.