Ciotola sub-emisferica - inv. 761

Egitto o Siria, XV secolo

Ciotola sub-emisferica
brass  
altezza 10 cm, diametro massimo 21 cm; orlo: diametro 6,5 cm
inscription
1879 bequest Gian Giacomo Poldi Pezzoli
Inv. 761

Library


La ciotola presenta una decorazione che si articola in una fascia epigrafica formata da cartigli apicati che si alternano a medaglioni campiti da girali vegetali o da anatre in volo. Le iscrizioni, che offrono un esempio di titoli in uso nel protocollo mamelucco, sono rese con un ductus sciolto e decorativo. Sul fondo interno figura un motivo inciso formato da sei pesci disposti a vortice. L'oggetto è una buona esemplificazione, di buon livello artigianale, di una corrente stilistica tardo mamellucca (XV secolo), caratterizzata dalla riduzione della decorazione a motivi epigrafici, i quali costituiscono l'elemento decorativo quasi esclusivo. Fra i confronti più puntuali ricordiamo soprattutto un esemplare del Metropolitan Museum di New York e un altro della Bibliothèqua Nationale di Parigi. Si segnalano inoltre alcuni esemplari conservati al Museo Arabo del Cairo. La ciotola è da identificarsi, quasi certamente, con l'oggetto descritto al n. 1721 dell'"Inventario dell'Eredità" del 1879 nella prima Stanza dei Quadri con la dicitura "coppa a forma di ciotola in bronzo ageminato in argento con bordo inciso a ornati e lettere turche. Lavoro orientale". Lo stesso oggetto è riportato poi nel catalogo del Bertini del 1881, al n. 18, fra gli oggetti esposti nella Sala Dorata.