Orecchino - inv. 615

Arte etrusca, VII sec. a.C.

Orecchino
gold  
diametro 15 mm, 3,1 g
1879 bequest Gian Giacomo Poldi Pezzoli
Inv. 615

Jewelry Room


Orecchino del tipo detto "a bauletto". Dalla sua superficie cilindrica si discosta una lamina semicircolare che indica la parte frontale del gioiello. E' orlata di granulazione e decorata, sulla sua superficie in vista, da una palmetta in filigrana con due volute sui lati della sua base; la composizione è cosparsa di granulazione. Il corpo cilindrico è interamente cassettonato a quadrati disposti su tre file e orlati da doppio cordoncino aureo; ogni cassettone contiene una mezza sfera liscia ed una ricoperta da pulviscolo, alternate. I due dischi, che chiudono, da una parte e dall'altra, il cilindro, hanno una larga bordatura di filigrana concentrica che incornicia due palmette contrapposte divise da due coppie e di volute a giorno. Anche questo motivo è granulato. Fra i molti orecchini a bauletto ritrovati negli scavi, questo, perfettamente integro, anche se finissimo nei dettagli, si distingue per uno schema compatto, grazie soprattutto alla soluzione degli alveoli quadrati, che ne decorano il corpo cilindrico. L'orecchino è quasi uguale a quello proveniente da Chiusi, del British Museum i Londra.