Pace con la Pietà - inv. 529

Lombardia, 17th century

Pace con la pietà
silver   damascened iron  
164 x 109 mm
Inv. 529

Jewelry Room


è costituita da un edicola archittettonica in ebano. Basamento, pilastri e colonne reggono una trabeazione con un coronamento a superficie piana, sagomato con due coppie di curve contrapposte e salienti verso il centro. Su tutte le zone piane dell'edicola sono applicate lamine di ferro decorate in agemina d'oro e d'argento. Il fusto delle colonnine è in ferro pieno lucidato, mentre le basi e i capitelli sono dorati. L'edicola fa da cornice ad una lamina di ferro, sbalzata a bassorilievo con varie zone dorate e ageminate. In essa primeggia, al centro, la figura di Cristo con la parte inferiore del corpo nascosta dal fronte di un sarcofago che copre tutta la larghezza della base della lamina. ha le braccia aperte e lo sostengono a sinistra la Vergine ed a destra San Giovanni. Alle sue spalle si vede la croce, con estesi bracci laterali e col cartiglio col titolo su quello superiore. negli spazi vuoti tra le figure si vedono mura ed edifici monumentali in distanza. Sul cielo, al di sopra della Croce, da un lato il Sole e dall'altro la Luna. A tergo della Pace è applicata unja grande lastra sulla quale è delineata , in agemina d'argento, una veduta ideale della città di Gerusalleme. In alto è il Golgota con le tre croci. Al centro è applicata una maniglia d'argento di voluta che, nella parte inferiore forma riccioli ed un anello biconvesso per dare stabilità alla Pace . La doratura e l'agemina d'oro e d'argento su lamina di ferro è stata una tecnica molto diffusa in Lombardia, nel XVI secolo, sia per la sua applicazione nella decorazione delle armi e delle armature che per i piccoli mobili(sécretaires) dove, sui fronti dei cassetti, su ilastrini e fregi, venivano applicate lastrine con onamentazioni ageminate.