Shokyusai - 5742

Titolo: 
Hanasaka Jijii ed il suo cane
Numero di Inventario: 
5742
Tipologia: 
netsuke
Collezione: 

East

Classe iconografica: 
Mythology
Parole chiave soggetto: 
Hanasaka Jiji ed il suo cane
Autore, ambito, luogo di produzione: 
Shokyusai, scuola di Edo/Tokyo
Ambito e luogo di produzione: 
Giappone
Edo/Tokyo
Periodo: 
1850
Datazione specifica: 
Bottega di Tomochika - II metà XIX secolo
Pubblicazione: 
Si
Tipo di iscrizione: 
signature
Descrizione iscrizioni e marchi: 
Shokyusai
Trascrizione o identificazione: 
正久齋 (Shokyusai)
Materia e Tecnica: 
ivory
Opere correlate: 
Data di Ingresso: 
2005
Acquisizione: 
Maria Taglietti Lanfranchi
Tipo di acquisizione: 
bequest
Collocazione: 
not on display

Il pezzo si ispira ad una fiaba popolare in cui un'anziana coppia, che tratta con grande amore il proprio cane Shiro, ne ottiene come compenso un tesoro. Gli avidi vicini che, avvedutisi della cosa, cercano di usare il cane per guadagno personale, sono puniti.
In particolare il netsuke, dotato di himotoshi  naturale, raffigura il momento in cui  Hanasaka Jijii, l'anziano della coppia, zappa nel punto indicatogli dal fido cane, sotto il quale si intravvede parte del tesoro. La firma Shokyusai (正久齋) è sulla parte posteriore della veste.

Shokyusai Tomoyuki era un artista attivo intorno alla metà del XIX secolo, specializzato nella raffigurazione in avorio di figure, animali e uccelli;  il suo stile lo colloca nel gruppo di artisti di Edo (che successivamente sarebbe divenuta Tokyo) che orbitavano intorno alla bottega di Chikuyosai Tomochika (1800-1873).

G.R.