Scuola di Toshitsugu - 5609

Titolo: 
Polpo su un fascio di canne
Numero di Inventario: 
5609
Tipologia: 
netsuke
Collezione: 

East

Classe iconografica: 
Still Life
Parole chiave soggetto: 
Polpo su un fascio di canne
Autore, ambito, luogo di produzione: 
non firmato, Tokyo School
Pubblicazione: 
Si
Periodo: 
1850
Datazione specifica: 
Bottega di Toshitsugu - tardo XIX, primo XX secolo
Trascrizione o identificazione: 
kakihan
Materia e Tecnica: 
ivory
Data di Ingresso: 
2005
Acquisizione: 
Maria Taglietti Lanfranchi
Tipo di acquisizione: 
bequest
Collocazione: 
not on display

In questo semplice e grazioso netsuke in avorio è rappresentato un polpo (tako, 蛸) su fascio di canne. È quest'ultimo un tipico contenitore in cui venivano conservati i frutti della pesca quali molluschi, piccoli pesci o gli stessi polpi. Nella parte bassa, in prossimità degli himotoshi (fori attraverso i quali passava il cordino del netsuke), è stata inserita una placchetta in lacca rossa sulla quale è apposto un kakihan (simbolo grafico con cui gli artisti giapponesi talvolta si identificavano) senza firma.

La placchetta in lacca rossa indurrebbe a ritenere il pezzo opera di un artista del periodo Meiji (1868-1912) anche se su basi artistiche lo stile non pretenzioso contraddice questa attribuzione. D'altra parte il Kakihan risulta essere inequivocabilmente quello usato da Toshitsugu (利次) artista attivo tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX, noto soprattutto per i suoi elaborati okimono. Si può quindi ipotizzare che questo netsuke sia un'opera del giovane Toshitsugu o di un suo allievo.

G.R.