Ryoji - 5520

Ryoji, scuola di Edo/Tokyo

Tre oni su una maschera
Bottega di Ono Ryomin, tardo XIX secolo
ivory  
3,0x3,3x3,2 cm
signature
凌次 (Ryoji)
2005 bequest Maria Taglietti Lanfranchi
Inv. 5520



Questo netsuke raffigura tre oni (demoni,鬼) - uno dei quali intento a suonare lo shamisen (三味線), strumento musicale giapponese a tre corde - seduti su una maschera caratterizzata da un naso alquanto pronunciato.
La maschera potrebbe rappresentare Sojobo, il più vecchio e il più potente dei tengu (天狗), di solito raffigurato proprio con un naso molto lungo. Il Lanfranchi proponeva invece di identificarla con la rappresentazione di Saruta Hiko, ovvero una divinità dello Shintoismo dal naso lunghissimo, in certi casi fino a sette braccia.  Non di rado,  Saruta Hiko è raffigurato nei netsuke insieme ad Okame che lo trattiene proprio per il lunghissimo naso. La firma Ryoji è apposta sul retro della maschera.


Ryoji, attivo nella seconda metà del XIX , faceva parte della bottega di Ono Ryomin importante artista della scuola di Edo/Tokyo. Talvolta si firmava Ono Ryoji (小埜 凌次). La sua produzione era prevalentemente orientata all'esportazione. Nella collezione Lanfranchi c'è un altro netsuke, che raffigura Ashinaga e Tenaga, con uno stile nei caratteri della firma Ryoji (凌次) alquanto diverso.

G.R.

Related items: