Ono Ryomin - 5503

Titolo: 
Lite tra ciechi
Numero di Inventario: 
5503
Tipologia: 
netsuke
Collezione: 

East

Parole chiave soggetto: 
Lite tra ciechi
Autore, ambito, luogo di produzione: 
Ono Ryomin, scuola di Edo/Tokyo
Periodo: 
1850
Datazione specifica: 
metà del XIX secolo
Pubblicazione: 
Si
Tipo di iscrizione: 
signature
Trascrizione o identificazione: 
小埜 陵民 (Ono Ryomin)
Materia e Tecnica: 
ivory
Opere correlate: 
Data di Ingresso: 
2005
Acquisizione: 
Maria Taglietti Lanfranchi
Tipo di acquisizione: 
bequest

Okimono in cui due ciechi litigano furiosamente, afferrandosi rispettivamente per una narice e per un orecchio. Il primo cerca di sferrare un colpo di bastone al suo contendente, che si difende trattenendolo per l'avambraccio. Altri tre ciechi cercano di intervenire tra i due litiganti: uno trattiene il bastone che sta per colpire, un altro cinge la vita del rivale, mentre il terzo, in ginocchio tra i due, si tocca la testa forse dopo aver ricevuto un colpo. Un cane sta sdraiato con le quattro zampe per aria. La firma Ono Ryomin (小埜 陵民) col tipico kakihan di questo artista, è apposta sull'abito del cieco inginocchiato.

Ryomin nella firma spesso associava al proprio il nome di famiglia Ono (小埜 oppure 小野, piccolo campo), come in questo okimono. Attivo a Edo/Tokyo nella seconda metà del XIX secolo,  intorno al 1880 era a capo di una grande bottega a Mukojima, sulla riva sinistra del fiume Sumida, che produceva netsuke ed okimono in avorio prevalentemente per esportazione. Molti suoi allievi inglobarono i caratteri "ono" e "ryo" nei loro nomi d'arte, come mostrano vari pezzi nella collezione Lanfranchi.
Tra le composizioni con firma Ono Ryomin raccolti dal Lanfranchi vi è un netsuke avente come soggetto la cattura di un ladro e un altro, firmato semplicemente Ryomin, in cui è rappresentata la danza della volpe.

G.R.