Tigre su bambù - 5593

Non firmato, scuola di Kyōto

Tigre su bambù
fine del XVIII - inizi del XIX secolo
ivory  
2,9x4,2x2,0 cm
2005 bequest Maria Taglietti Lanfranchi
Inv. 5593



Questo netsuke raffigura una tigre (tora, 虎) sopra un rametto di bambù (take, ). Il felino sta seduto sulle zampe posteriori, mentre quelle anteriori sono distese, la destra più avanti; la lunga coda si adagia tra il fianco sinistro e il dorso; il collo e la testa sono rivolti a sinistra, direzione verso cui si dirige anche lo sguardo ipnotico dell'animale; le fauci sono leggermente aperte a mostrare la dentatura possente e parte della lingua. La pelliccia è resa con particolare cura per il dettaglio naturalistico, grazie all'alternarsi di sottili incisioni inchiostrate a fasce e pois delineate solo nei contorni, nel tentavo di simulare la reale conformazione del pelame della tigre. I due fori dell'himotoshi si trovano al centro del rametto di bambù, l'uno in posizione speculare rispetto all'altro.

Gli artisti giapponesi raffiguravano la tigre, animale che non vive in Giappone, basandosi prevalentemente su dipinti cinesi o loro copie; in molti casi quindi le immagini dell'animale risultano caricaturali e poco realistiche. Spesso, come in questo esemplare, le tigri sono raffigurate insieme al bambù. La composizione che caratterizza questo netsuke, abbastanza diffusa, sembra ispirarsi ad analoghi lavori di Tomotada, uno tra i maggiori intagliatori di netsuke attivi a Kyōto nel XVIII secolo.

La collezione Lanfranchi comprende un particolare esempio di netsuke avente come soggetto una tigre in ceramica.

G.R.
 

Related items: