Hidechika - 5406

Titolo: 
Il lucidatore di specchi
Numero di Inventario: 
5406
Tipologia: 
netsuke
Collezione: 

East

Parole chiave soggetto: 
Il lucidatore di specchi
Autore, ambito, luogo di produzione: 
Hidechika, scuola Edo/Tokyo
Periodo: 
1850
Datazione specifica: 
tardo XIX secolo
Pubblicazione: 
Si
Tipo di iscrizione: 
signature
Trascrizione o identificazione: 
秀親 (Hidechika)
Materia e Tecnica: 
ivory
Opere correlate: 
Data di Ingresso: 
2005
Acquisizione: 
Maria Taglietti Lanfranchi
Tipo di acquisizione: 
bequest

In questo netsuke,  piegato sulle proprie ginocchia, un artigiano (shokunin, 職人) specializzato nella lucidatura dei metalli sta lustrando uno specchio a forma dell'ideogramma kokoro (心) che significa "cuore, mente". Questa scena illustra l'espressione "kokoro o migaku", letteralmente "pulire il cuore", da intendersi come "raffinare la mente". Sotto la base si trovano i fori dell'himotoschi; in prossimità è apposta la firma Hidechika (秀親).

Hidechika (秀親) era un famoso intagliatore della scuola di Tomochika. Nella sua firma inserì spesso il nome d'arte Chounsai (長雲齋). Il materiale che utilizzava più comunemente era l'avorio.  I suoi soggetti prevalenti erano gli dei della fortuna e figure della vita di ogni giorno. Fu attivo intorno alla metà del XIX secolo. Lavori successivi possono essere opera di allievi che utilizzavano il suo nome.  La buona qualità del pezzo della collezione Lanfranchi ed il soggetto, riportato tra quelli usati dall'artista, induce a ritenerlo della mano del primo Hidechika e conferma che questi talvolta facesse uso del legno.

Nella collezione Lanfranchi ci sono un netsuke raffigurante Daruma, eseguito da uno dei maestri della bottega di Tomochika, e altri pezzi di Tomotaka e Tomotoshi, membri della stessa bottega.

G.R.