Sala del Perugino

È una delle tre sale, che, nel XIX secolo, ospitavano quasi l’intera collezione di dipinti di Gian Giacomo Poldi Pezzoli; è stata ristrutturata nel 1976 su progetto dell’architetto Luigi Caccia Dominioni, e riallestita tra il 1994 e il 1995.
La sala prende il nome da un quadro ritenuto in passato opera autografa del Perugino e oggi attribuito alla bottega dell’artista.