Sala degli Stranieri

Il soffitto dipinto e gli arredi originari, opera di Giuseppe Ripamonti, sono andati perduti nel 1943. La sala oggi ospita dipinti di maestri stranieri.