Salone dell'Affresco

Il Salone prende nome dal grande affresco di Carlo Innocenzo Carloni (Scaria d’Intelvi, 1686-1775) L’Apoteosi di Bartolomeo Colleoni, collocato sul soffitto. L’affresco, che proviene da villa Colleoni di Calusco d’Adda (Bergamo) è stato trasferito qui nel 1951.
Nella grande vetrina sulla parete è esposto dal 1995 il magnifico Tappeto persiano di caccia, datato 1542-1543. Nel salone sono esposti a rotazione anche gli altri undici tappeti e alcuni arazzi antichi del Museo.