Scalone Antico

Questo ambiente fu ideato come scenografica entrata all’appartamento di Gian Giacomo Poldi Pezzoli sfruttando un antico scalone barocco già presente nel palazzo decorato con otto monumentali statue in pietra arenaria collocate in nicchie, opera di uno scultore milanese del XVIII secolo.
Per enfatizzare lo stile barocco Giuseppe Bertini aggiunse stucchi (distrutti nel 1943) e una elegante fontana neo-barocca. I due putti in bronzo sulla fontana furono eseguiti da Carlo Domenico Pozzi nel 1736 per l’altare della cappella Portinari nella chiesa di Sant’Eustorgio a Milano. Quando Gian Giacomo Poldi Pezzoli li acquistò dalla Basilica milanese, nel 1875, erano ritenuti opere del Seicento.
Le cinque cassapanche in legno di noce furono eseguite da Giuseppe Speluzzi nel 1874. Sullo schienale portano uno stemma bombato e dorato con la scritta “Poldi”.
La sala e tutte le opere che vi sono conservate sono state restaurate nel 2003.

Lo Scalone Antico agli inizi del XX secolo