Targa pendente - inv. 572

Titolo: 
Targa pendente
Numero di Inventario: 
572
Tipologia: 
enamels
Collezione: 

Jewellery

Classe iconografica: 
Religious
Motivo attribuzione: 
stylistic analysis
Autore, ambito, luogo di produzione: 
Lombardia, fine XV secolo
Ambito e luogo di produzione: 
Lombardia
Italia
Libri correlati: 
Periodo: 
1450
Datazione specifica: 
1490-1500
Pubblicazione: 
Si
Trascrizione o identificazione: 
"RESUREXIT/ DOMINUS ALLA/ SICUT/ DIXI/T VOBIS ALLA"
Materia e Tecnica: 
silver
Data di Ingresso: 
1879
Acquisizione: 
Gian Giacomo Poldi Pezzoli
Tipo di acquisizione: 
bequest
Tipo di collocazione: 
on display
Collocazione: 
Jewelry Room

Su un lato di questo oggetto devozionale è raffigurata la Pietà, intagliata in madreperla e applicata su una lamina d’argento. Ai suoi lati, sono dipinti a smalto gli strumenti della Passione di Cristo.  Nella cornice sono rappresentati l’Angelo dell’Annunciazione, la Vergine annunciata e tre Profeti; San Giovanni Battista con l’agnello (nel tondo in alto) e un profilo femminile (nel tondo in basso).

Sull’altro lato della targa è dipinta a smalto la Resurrezione, circondata dalla scritta -RESUREXIT DOMINUS ALL(elui)A SICUT DIXIT VOBIS ALL(elui)A - Il Signore è risorto Alleluia come vi aveva detto Alleluia. Nel tondo sopra la cornice è raffigurato un altro profilo femminile, in quello in basso sant’Andrea con la croce del suo martirio.

I raffinatissimi smalti furono dipinti alla fine del Quattrocento nella bottega milanese di Giovanni Ambrogio de’ Predis, un artista influenzato da Leonardo che lavorò per la corte degli Sforza.

La Pietà di madreperla è invece opera di un intagliatore tedesco della stessa epoca.

Masterpiece: 
true
AC/DC: 
DC