Laocoonte - inv. 4641

Doccia, prima metà XVIII secolo

Laocoonte
1735-1750 ( I periodo)
porcellana a masso bastardo  
altezza 55 cm
1993 donazione Elena Giulini per volontà della madre Leonie Giulini Richard
Inv. 4641

Saletta degli stucchi


Il gruppo è un importante esempio di quella produzione plastica che aveva caratterizzato l’attività della manifattura toscana fin dal primo anno. Oltre alla creazione di modelli nuovi e originali, Carlo Ginori aveva infatti il preciso programma di realizzare con la nuova materia, la porcellana, una galleria di copie di statue celebri dell’antichità, secondo un gusto sempre vivo nella Toscana del XVIII secolo. In questo caso il soggetto è il Laocoonte, il celebre gruppo ellenistico rinvenuto presso l’Esquilino nel 1506 ed entrato a far parte del primo nucleo di statue antiche delle raccolte vaticane. L’impasto del gruppo è il cosiddetto “masso bastardo”, nel quale una vernice bianchissima e spessa copre un impasto che invece è grigio, ibrido, composto di terre meno pure.