Tappeto annodato - inv. 424

Persia centrale, seconda metà XVI secolo

Tappeto annodato
XVI secolo, seconda metà
filo metallico   lana   seta  
227 x 507 cm; 5700 nodi circa al dm2
1879 legato Gian Giacomo Poldi Pezzoli
Inv. 424

Non esposto


Il medaglione centrale è blu con una decorazione di fiori e uccelli, su un fondo rosso fittamente decorato con alberi fioriti ,draghi, animali feroci e diversi motivi iconografici. Il bordo principale, a fondo azzurro chiaro, presenta il motivo “herati”, che alterna palmette a coppie di foglie falciformi che circoscrivono un fiore. Arte e letteratura erano strettamente collegate nel primo periodo Safavide. Qui il bordo secondario interno blu contiene una lunga iscrizione, una poesia che allude alle eccezionali qualità del tappeto. I colori vivaci, l’uso della seta e del filo metallico e la decorazione con elementi floreali e zoomorfi suggeriscono di datare la produzione di questo tappeto, probabilmente Kashan, alla seconda metà del XVI secolo; interessante e poco comune è il disegno realistico degli alberi che in genere nei tappeti persiani sono più geometrici e stilizzati. Il tappeto fu acquistato da Poldi Pezzoli nel 1855.