Forbici - inv. 759

Turchia, XVIII secolo

Forbici
acciaio  
21,8 x 1,8 cm
firma
"'amal Tekirdāglī"
1879 legato Gian Giacomo Poldi Pezzoli
Inv. 759

Sala degli ori


L'oggetto di esecuzione alquanto accurata, presenta una delicata decorazione in agemina dorata; essa consiste, su una delle due lame, in un motivo floreale stilizzato e, sull'altra, in un cartiglio oblungo apicato con terminazione trilobata. All'interno del cartiglio si legge l'iscrizione recante la firma dell'artista, proveniente da Tekidag, città costiera della Turchia europea. Le forbici appartengono ad una produzione di artigianato di ambiente turco del tardo periodo ottomano (XVIII secolo), anche se di buona fattura. L'attribuzione alla Turchia è suggerita, oltre che dall'iscrizione, anche dallo stile floreale della decorazione, tipico della produzione del periodo ottomano. Le forbici risultano indicate nel catalogo del Museo del 1905 al n. 409, p. 57 e appartanevano probabilmente alla collezione di Gian Giacomo Poldi Pezzoli.