Tappeto annodato - inv. 2768

Anatolia occidentale, fine XVII - inizio XVIII secolo

Ghiordes
lana  
124 x 162 cm; 1700 nodi al dm2
Inv. 2768

Salone dell' affresco


Questo classico Ghiordes con impianto “a preghiera” presenta una nicchia con arco a punta retto da colonne e sormontato da un pannello rettangolare. La nicchia ha le caratteristiche “spalle” o segmenti, sui quali si innesta l’arco. Sotto l’arco pende la tipica lampada con l’acquamanile. La bordura è decorata a rosette dalle quali partono foglie stilizzate lanceolate. Il tappeto è mediamente logoro. Ci sono alcune piccole aree prive di pelo. È stato restaurato nel 1955 (Archivio del Museo Poldi Pezzoli, Faldone Restauri, n. 35). Questo Ghiordes discende dai modelli della corte ottomana del XVI secolo dai quali il disegno si è sviluppato verso una graduale geometrizzazione dell’arco. Qui la nicchia è più piccola e quadrata rispetto ai modelli anteriori e l’arco trasformato in una “V” rovesciata poggia sulle caratteristiche spalle. Molto tipica la nicchia color rosso vivo.