Pace con cammeo - inv. 546

Italia, XVI secolo

Pace con cammeo
XVI secolo
agata   conchiglia   legno di noce   oro   perla   rubino   smalto  
265 x 136 mm; cammeo: 66 x 51 mm
iscrizione
"J AI. Sperance. EN. ATA. NDANT. TA. MISERiCORDE"
1879 legato Gian Giacomo Poldi Pezzoli
Inv. 546

Sala degli ori


 

Questa pace ha una struttura a edicola di ebano e colonne di agata con basi e capitelli d’oro. In cima si innalza un Crocifisso d’oro tra due pilastrini che sostengono ciascuno un pellicano con i suoi piccoli, intagliati a tutto tondo in agata.
Il cammeo raffigura la Vergine in trono con il Bambino e San Giovannino, seduto per terra. A sinistra, una dama riccamente vestita presenta un devoto inginocchiato; a destra una donna con abiti più modesti e a piedi scalzi guarda la scena con le mani incrociate. Dietro la Vergine s'innalzano le sottili colonne di un ricco baldacchino architettonico che la sovrasta e sulla sinistra è visibile, in lontananza, il torrione di un castello.
Le belle proporzioni dell'edicola e il materiale prezioso fanno supporre che la Pace sia stata realizzata per una chiesa o un monastero di una certa importanza, forse proprio per accogliere il cammeo che per il suo stile è databile almeno un cinquantennio prima.