Lampada a olio - inv. 1237

Venezia, XVII secolo

Lampada a olio
vetro azzurro   vetro trasparente  
altezza 305 mm, diametro alla base 95 mm; disco paravento: diametro 120 mm
1879 legato Gian Giacomo Poldi Pezzoli
Inv. 1237

Sala dei vetri antichi di Murano


Lampada a foggia di uccello: è costituita da un corpo maggiore a forma di vaso, lievemente panciuto, terminante in un breve e stretto collo che si apre a becco, con piccola cresta; due alucce crestate sono applicate in posizione simetrica alla parte inferiore, con al centro un piccolo foro, listato, di vetro azzurro acquamarino; dello stesso colore sono le ali e la crestina superiore. In alto è inoltre applicato un disco concavo, il cui ufficio era probabilmente quello di riparare la fiamma dalle correnti d'aria. Il piede, con struttura a disco, è collegato al rimanente mediante una sferetta baccellata trasparente. Esemplari analoghi, spesso assegnati alla "façon de Venise", si conservano al Museo Vetrario di Murano (Mariacher, Il vetro [..], 1960, tav. 56; Gasparetto, 1958, fig. 106), nel Museo Nazionale di San Martino a Napoli (Causa, 1966, n. 15), all'Instituto de Arte Hispànico di Barcellona (Wilson Frothingham, 1963, p. 43, fig. 22), nei Musées Royaux d'Art et d'Histoire di Bruxelles (Berryer, 1957, p. 66, tav. XLIV), nello Uméleckoprùmyslové Muzeum di Praga (Hetteš, 1960, n. 47), nel Castello di Rosenborg di Copenhagen (Boesen, 1960, n. 20).