Pescatrice su hamaguri - 5439

non firmato, Giappone

Pescatrice su hamaguri
XVIII secolo
avorio  
5,3 x 3 x 3 cm
2005 legato Maria Taglietti
Inv. 5439



In questo pezzo, la pescatrice (ama, 海女) è raffigurata vestita solamente del tipico gonnellino di paglia, seduta su una vongola (hamaguri, 蛤), con i lunghi e fluenti capelli bagnati che le scivolano sulle spalle; nella mano destra tiene un coltello a falcetto con il quale si aiuta nella pesca delle ostriche. Dei due fori dell’himotoshi, quello di maggiori dimensioni si trova sotto la conchiglia, quello più piccolo sul retro della figura, all’altezza del bacino.

Il tema delle pescatrici, carico di suggestioni erotiche, in questo caso accentuate dalle presenza del mollusco, simbolo abbastanza comune dei genitali femminili, fu sviluppato dagli artisti giapponesi soprattutto nel XVIII secolo. Si tratta senz’altro di uno dei netsuke di maggior pregio dell’intera collezione Lanfranchi, notevole per l’originalità con cui è stata concepita la composizione, per la finezza nella resa dei dettagli (soprattutto per la scioltezza con cui cadono sulle spalle e sul ventre i capelli bagnati) e per la naturalezza che l’anonimo artista è riuscito a conferire all’espressione del volto della giovane donna. La collezione Lanfranchi possiede un secondo esemplare di ama.

G.R.

Opere correlate: