Drago della pioggia - inv. 5622

Non firmato, Giappone

Drago della pioggia
II metà del XIX secolo
avorio  
2,7x3,8x1,3 cm
2005 legato Maria Taglietti Lanfranchi
Inv. 5622



Questo netsuke, che aveva anche funzione di sigillo, è quasi sicuramente ispirato ad un modello cinese e raffigura un drago (tatsu o ryu, 龍 o 竜) su un plinto a sezione ovale. Sotto la base ci sono quattro ideogrammi in caratteri tensho non identificati. Gli himotosci sono naturali.

Il drago della pioggia (amaryu, 蛟龍) è una delle tante varianti di drago descritte nella letteratura cinese. Si credeva che avesse squame gialle, fosse privo di corni e simile ad un cavallo marino, e avesse la capacità di controllare le piogge e le alluvioni.  Nell'arte giapponese, raffigurazioni di questo animale cominciarono ad apparire solo nel XVII secolo.

Nella collezione Lanfranchi è presente una diversa rappresentazione del tema del drago realizzata con materiali particolari.
 

G.R.

Opere correlate: