Croce processionale - inv. 5387

Titolo: 
Croce processionale
Numero di Inventario: 
5387
Tipologia: 
metalworks
Collezione: 

Jewellery

Classe iconografica: 
Religious
Parole chiave soggetto: 
crocifisso
Notizie storico-critiche: 

La croce è costituita dall’assemblaggio di tre elementi appartenenti a epoche diverse: la croce, che rappresenta la parte più antica e preziosa, il nodo sferico e il supporto per l’asta, aggiunti successivamente.

La croce è decorata su entrambi i lati e ricorda i manufatti in smalto prodotti a Limoges in epoca medioevale; i bracci della croce presentano incisioni a motivi vegetali stilizzati (girali con trifogli). E' impreziosita da gemme inserite in castoni, ben ottantaquattro in totale, distribuiti sui due lati. Sul lato principale si trova il Cristo crocifisso, applicato alla croce con chiodi ribattuti, come le tre figurine sbalzate posizionate alle estremità dei bracci laterali e alla sommità di quello verticale. Il Cristo ha il volto con corta barba e baffi spioventi, bocca piccola e naso lungo; capelli lunghi ma non folti che scendono sulle spalle.  Ha la testa coronata e inclinata; occhi privi di perle di smalto, un occhio chiuso e uno semichiuso; corpo afflosciato, torace ben disegnato con muscoli pettorali prominenti, ventre piatto e costole accennate da brevi tratti incisi, perizoma corto, con le braccia sormontanti l’orizzontale. I piedi sono incrociati e sovrapposti, con un unico chiodo (forse aggiunto in seguito). Il pollice si riunisce alle altre dita della mano. Sulla lamina è incisa una linea che segue la sagoma del corpo di Cristo. Alle estremità, a bassissimo rilievo, un angelo (in alto), S. Giovanni (a sinistra) e la Madonna (a destra), drappeggiati in ampie tuniche, sporgono col capo al di fuori del perimetro della croce. Tra il Cristo e le figure e all’estremità inferiore sono applicate quattro borchie tetralobate con alcune interessanti  tipologie di castoni. Le pietre centrali delle tre borchie superiori infatti non sono racchiuse in un castone ma sono incapsulate in aperture ricavate nello spessore della lamina. I bracci della croce sono potenzati a fiordaliso; l’incrocio è quadrato (Zastrow parlava di triangoli che formano i raggi di una stella).

Sul retro sono incisi sul metallo Cristo in trono, al centro della croce, e i simboli degli evangelisti alle estremità.

Elementi di originalità sono le gemme libere nei castoni e i dentelli sporgenti dei bracci che insieme alla decorazione floreale simboleggiano i ceppi che sporgono dal legno della croce con l’intento di ricordare l’albero del bene e del male da cui fu ricavato il simbolo della passione e della redenzione. Le catenelle enfatizzano la drammaticità della scena. 

Motivo attribuzione: 
bibliography
Autore, ambito, luogo di produzione: 
Francia centro-meridionale (?), fine XIII - inizi XIV secolo
Ambito e luogo di produzione: 
Francia
Pubblicazione: 
Si
Periodo: 
1200
1300
Datazione specifica: 
1200 - 1300
Materia e Tecnica: 
glass paste
gilt copper
enamel
Data di Ingresso: 
2006
Acquisizione: 
Giuseppina Vezzani Dosi
Tipo di acquisizione: 
donation
Tipo di collocazione: 
on display
Collocazione: 
Jewelry Room
Masterpiece: 
false
AC/DC: 
DC