Shibayama Soichi - 5510

Shibayama Soichi, Scuola di Edo/Tokyo

Due musicisti al guado
tardo XIX secolo
avorio  
4,3x1,8 cm
firma
芝山 宗一 (Shibayama Soichi)
2005 legato Maria Taglietti Lanfranchi
Inv. 5510



Il netsuke di tipo manju mostra sulla faccia superiore due figure chine intente ad attraversare un corso d'acqua. Il personaggio che guida la coppia tiene nella mano destra un bastone con il quale in parte si sorregge e in parte sonda il fondo davanti a lui; con l'altra mano, invece, tiene l'estremità di un altro bastone, trattenuto anche dall'altra figura alle sue spalle: probabilmente i due sono ciechi. Il personaggio sul retro porta sulle spalle uno shamisen nella custodia; sull'altro lato dell'obi tiene legata una borsa per il tabacco (tabako-ire, 煙草入) con pipa (kiseru, 煙管). Fanno da sfondo alla scena rami di salice piangente, erbe e un tronco. La firma Shibayama Soichi (芝山 宗一) è incisa sul retro in un inserto rettangolare di madreperla .

Tutti gli elementi della composizione sono ottenuti con l'intarsio nell'avorio di materiali diversi, quali metalli variamente patinati (shakudo, 赤銅, lega di rame ed oro ), legno e madreperla.
La scena può essere interpretata come una raffigurazione del guado del fiume Oi, famoso proprio per le difficoltà del passaggio. Il fiume rappresentava la ventiquattresima stazione lungo il Tokaido, ovvero la principale e più agevole strada di comunicazione tra Edo e Kyoto.

Shibayama Soichi fu uno dei maggiori artisti Shibayama, nipote del fondatore della bottega Onogi Senzo, attivi a Tokyo tra la seconda metà e l'inizio del XX secolo.

G.R.