Ono Seimin - 5554

Ono Seimin, scuola di Edo/Tokyo

Emma-o con due assistenti
bottega di Ono Ryomin, II metà del XIX secolo
avorio  
4,6x4,5x3,5 cm
firma
小埜 政民 (Ono Seimin)
2005 legato Maria Taglietti Lanfranchi
Inv. 5554

Non esposto


L'okimono raffigura Emma-o, il quinto e il più importante dei Dieci Re dell'Inferno buddhista, insieme a due assistenti; quella al suo fianco tiene tra le mani un libro, mentre la donna-oni seduta  alle sue spalle suona con il plettro lo shamisen. La decorazione degli abiti dei tre personaggi di questa composizione è ricca di motivi floreali e geometrici in parte ispirati al repertorio cinese. Sul copricapo della divinità è inciso l'ideogramma o, "re". La firma Ono Seimin (小埜 政民) è sulla base del pezzo.

Ono Seimin ( 小埜 政民), attivo nella seconda metà del XIX secolo, lavorava nella bottega di Ono Ryomin, prolifico maestro della scuola di Edo/Tokyo. Nel suo repertorio c'erano okimono e netsuke di avorio i cui soggetti venivano resi con grande realismo e dovizia di dettagli come risulta da questo pezzo. Un particolare rapporto lo legava all'altro allievo Ono Shomin (anch'esso presente con un pezzo nella collezione Lanfranchi) con cui spesso condivideva nella firma il kakihan (non in questo caso).

G.R.

Opere correlate: