Ono Shomin - 5722

Titolo: 
Hotei nel sacco e quattro karako
Numero di Inventario: 
5722
Tipologia: 
netsuke
Collezione: 

East

Parole chiave soggetto: 
Hotei nel sacco e quattro karako
Autore, ambito, luogo di produzione: 
Ono Shomin, scuola di Edo/Tokyo
Pubblicazione: 
Si
Periodo: 
1850
Datazione specifica: 
bottega di Ono Ryomin, II metà del XIX secolo
Tipo di iscrizione: 
signature
Trascrizione o identificazione: 
小埜 正民 (Ono Shomin)
Materia e Tecnica: 
ivory
Opere correlate: 
Data di Ingresso: 
2005
Acquisizione: 
Maria Taglietti Lanfranchi
Tipo di acquisizione: 
bequest

Hotei, uno dei più popolari tra i Sette Dei della Fortuna (Shichifukujin, 七福神), è qui raffigurato all'interno della sua sacca con un ventaglio rigido (uchiwa,団扇) nella mano destra; tutt'intorno si dispongono quattro karako, tre dei quali contribuiscono a stringere il nodo che chiude in alto il sacco, mentre il quarto sta seduto davanti. Tre dei bambini tengono altrettanti oggetti tra le mani: un martello (tsuchi, ), un campanello e un ventaglio rigido, alcuni degli attributi di questa divinità. La firma Ono Shomin (小埜 正民), seguita da un kakihan, è incisa sotto la sacca.

Ono Shomin è uno dei tanti allievi di Ono Ryomin, importante rappresentante della scuola di Edo/Tokyo, capo di una bottega  la cui produzione di netsuke ed okimono in avorio era destinata  principalmente all'esportazione.  I suoi soggetti preferiti erano gruppi di figure ispirati a leggende giapponesi o a divinità.

Un particolare rapporto legava Ono Shomin all'altro allievo della bottega Ono Seimin, di cui la collezione Lanfranchi possiede un netsuke, con cui spesso condivideva nella firma il kakihan

G.R.

AC/DC: 
DC