Gyokuyosai - 5672

Gyokuyosai - scuola di Edo/Tokyo

Kappa con rana e foglia di loto
metà del XIX secolo
avorio  
2,0x3,2x3,8 cm
firma
玉陽斎 (Gyokuyosai)
2005 legato Maria Taglietti Lanfranchi
Inv. 5672



Seminascosto da una foglia di loto (hasu,蓮 ), un kappa si si sporge per offrire del cibo ad una rana (kaeru, 蛙), anch'essa sulla stessa foglia. Lo stelo ricurvo sotto la foglia serve per il passaggio del laccio (himo). Nella sua prossimità è incisa la firma Gyokuyosai (玉陽斎).
I kappa sono creature immaginarie, che si dice vivessero presso i fiumi, dotate di arti di rana con mani e piedi palmati, pelle squamosa e verde, un carapace di tartaruga sul dorso e testa di scimmia o uccello. Sul capo, hanno una cavità nella quale è contenuto un liquido che è una sorta di elisir della vita: grazie ad esso riescono seppur per poco tempo a sopravvivere anche fuori dall'acqua, oltre a compiere atti per i quali è richiesta una forza sovraumana;  se per qualche ragione la pozione viene versata , il kappa risulterà innocuo e indifeso come un bambino.  I kappa sono famosi per gli scherzi maliziosi che riescono ad organizzare.

Gyokuyosai Mitsuhina, autore di questo pezzo, fu attivo ad Edo intorno alla metà del XIX secolo.  Scolpì l'avorio e si specializzò in figure, cani, shishi e frutti con insetti. Si dice che realizzasse anche bambole. I suoi netsuke sono piccoli e compatti, sviluppati in larghezza. Fu maestro del famoso netsukeshi Kokusai.

+