Gyokuminsai - 5636

Titolo: 
Shishi con cucciolo
Numero di Inventario: 
5636
Tipologia: 
netsuke
Collezione: 

East

Parole chiave soggetto: 
Shishi con cucciolo
Autore, ambito, luogo di produzione: 
Non firmato, Giappone
Pubblicazione: 
Si
Periodo: 
1850
Datazione specifica: 
tardo XIX secolo
Materia e Tecnica: 
ivory
Opere correlate: 
Data di Ingresso: 
2005
Acquisizione: 
Maria Taglietti Lanfranchi
Tipo di acquisizione: 
bequest

In questo okimono in avorio è raffigurato uno shishi con un cucciolo; lo shishi tiene tra le fauci lo stelo di un fungo dell'immortalità, mentre il piccolo gioca con una sfera. Tutta la composizione sta su una piattaforma ovale, che alla sua base porta incisa la firma Gyokuminsai (玉珉齋), racchiusa in un cartiglio rettangolare. Non si hanno informazioni su Gyokuminsai. Potrbbe trattarsi di una variante della firma di Gyokumin, artista nato a Tokyo nel 1859.

Il fungo dell'immortalità (reishi, 霊芝) è un motivo ricorrente nell'arte giapponese, importato dalla Cina dov'è noto con il nome di lingzhi. La forma di questo simbolo di longevità deriva da un fungo che cresce in natura, il mannentake (万年茸, letteralmente "fungo di diecimila anni"), che si distingue per la forma che ricorda le nuvole, spesso associato con il principio femminile in (in cinese yin).

Informazioni sulla figura dello shishi sono fornite per  un altro pezzo della collezione Lanfranchi che rappresenta due esemplari di questi animali mitologici.
Un esempio di uso particolare della figura dello shishi è poi visibile in un netsuke sigillo.

G.R.