Kyotani - 5434

Kyotani, scuola di Tokyo

Donna che si pettina i capelli
II metà del XIX secolo
avorio  
3,1x3,5x2,5 cm
firma
京谷 (Kyotani)
2005 legato Maria Taglietti Lanfranchi
Inv. 5434



Il netsuke raffigura una donna nuda dalla cintola in su mentre pettina i lunghi capelli bagnati (kamisuki, 髪隙), dopo averli lavati nella bassa tinozza piena d'acqua posata davanti a lei; al suo fianco c'è una scatola con coperchio sulla quale c'è il fazzoletto appena usato per asciugarsi i capelli. I due fori dell'himotoshi, di analoghe dimensioni e di forma ovaleggiante, si trovano sul lato inferiore del pezzo, accanto alla firma Kyotani (京谷).


Lavare e pulire il corpo è un'antica tradizione connessa con lo Shintoismo. Tuttavia, nel passato solo i ricchi potevano permettersi bagni privati, mentre in città le persone comuni usavano i bagni pubblici, luoghi che finivano per avere anche una funzione di aggregazione sociale. Molti artisti giapponesi sfruttarono i bagni pubblici per studiare il nudo.
Non si hanno informazioni biografiche su Kyotani (Kyogoku) che verosimilmente fu attivo in epoca Meiji (1868 - 1912). Si conoscono okimono, prodotti per il mercato dell'esportazione, con firma molto simile a quella dell'autore di questo pezzo.

G.R.