Minsho - 5517

Titolo: 
Oni con un topo
Numero di Inventario: 
5517
Tipologia: 
netsuke
Collezione: 

East

Classe iconografica: 
Mythology
Parole chiave soggetto: 
Oni con un topo
Motivo attribuzione: 
signature
Autore, ambito, luogo di produzione: 
Minsho - Giappone
Ambito e luogo di produzione: 
Giappone
Scuola sconosciuta
Periodo: 
1850
Datazione specifica: 
II metà del XIX secolo
Pubblicazione: 
Si
Tipo di iscrizione: 
signature
Trascrizione o identificazione: 
眠笑 (Minsho)
Materia e Tecnica: 
wood
Opere correlate: 
Data di Ingresso: 
2005
Acquisizione: 
Maria Taglietti Lanfranchi
Tipo di acquisizione: 
bequest

La composizione raffigura un oni (demone, 鬼) inginocchiato con le braccia protese in avanti ad afferrare gli angoli di una scatola per la misura del riso; il volto, caratterizzato da un'espressione di sorpresa, è girato verso destra a guardare un topo che gli si è arrampicato sulle spalle. Il materiale utilizzato è il legno di bosso con inserti in corno. Il cordino (himo) potrebbe passare tra le braccia. Sulla pancia dell'oni c'è la firma Minsho ( 眠笑) e su ognuno dei quattro lati della scatola è inciso l'ideogramma miyako, ovvero kyo che vuol dire "capitale".
 
Si tratta della parodia del tema de "Il topo mancato", che normalmente vede come soggetto un cacciatore di topi, figura professionale abbastanza diffusa nel Giappone del passato. Si conoscono altre versioni di questa parodia come quella che vede una scimmia al posto dell'oni. Di Minsho sono documentati pochissimi netsuke.

Un esempio della più classica iconografia del cacciatore di topi nella collezione Lanfranchi è opera di Rokko.

G.R.