Tomotada - 5735

Tomotada, scuola di Kyōto

Hotei e karako
fine XVIII, inizio XIX secolo
avorio  
6,0x3,5x2,0 cm
iscrizione
友忠 (Tomotada)
2005 legato Maria Taglietti Lanfranchi
Inv. 5735



Il netsuke raffigura Hotei con un ampio abito stretto in vita da un laccio e aperto a mostrare il petto e il ventre prominente. Nella mano tiene un ventaglio rigido (uchiwa, 団扇), mentre sulla spalla sinistra gli si è arrampicato un "bambino cinese" (karako, 唐子). Hotei ha il volto paffuto e un'espressione sorridente; è calvo davanti, ha una barba rada e i lobi delle orecchie alquanto allungati. I due fori dell'himotoshi, uno di dimensioni maggiori dell'altro, sono sul retro, spostati sul fianco destro all'altezza del bacino. Vicino ai fori, sotto la cintola, è incisa la firma Tomotada all'interno di un cartiglio rettangolare.

Tomotada era un intagliatore della scuola di Kyōto che operò intorno alla fine del XVIII secolo. È considerato uno dei più importanti artisti della storia dei netsuke. I suoi soggetti preferiti erano gli animali, soprattutto i buoi sdraiati, che in molti imitarono già quando era in vita. Pochissimi gruppi di figure gli sono stati attribuiti.  Questo netsuke, piuttosto espressivo,  ha caratteristiche stilistiche simili a quelle di altri artisti dell'area di Kyōto ed è databile tra la fine del  XVIII  e l'inizio del XIX secolo.

La collezione Lanfranchi possiede altri netsuke di artisti della scuola di Kyōto quali Okatomo e Okanobu.

Opere correlate: