Tomotada - 5735

Titolo: 
Hotei e karako
Numero di Inventario: 
5735
Tipologia: 
netsuke
Collezione: 

East

Parole chiave soggetto: 
Hotei e karako
Autore, ambito, luogo di produzione: 
Tomotada, scuola di Kyōto
Periodo: 
1800
Datazione specifica: 
fine XVIII, inizio XIX secolo
Pubblicazione: 
Si
Tipo di iscrizione: 
inscription
Trascrizione o identificazione: 
友忠 (Tomotada)
Materia e Tecnica: 
ivory
Opere correlate: 
Data di Ingresso: 
2005
Acquisizione: 
Maria Taglietti Lanfranchi
Tipo di acquisizione: 
bequest

Il netsuke raffigura Hotei con un ampio abito stretto in vita da un laccio e aperto a mostrare il petto e il ventre prominente. Nella mano tiene un ventaglio rigido (uchiwa, 団扇), mentre sulla spalla sinistra gli si è arrampicato un "bambino cinese" (karako, 唐子). Hotei ha il volto paffuto e un'espressione sorridente; è calvo davanti, ha una barba rada e i lobi delle orecchie alquanto allungati. I due fori dell'himotoshi, uno di dimensioni maggiori dell'altro, sono sul retro, spostati sul fianco destro all'altezza del bacino. Vicino ai fori, sotto la cintola, è incisa la firma Tomotada all'interno di un cartiglio rettangolare.

Tomotada era un intagliatore della scuola di Kyōto che operò intorno alla fine del XVIII secolo. È considerato uno dei più importanti artisti della storia dei netsuke. I suoi soggetti preferiti erano gli animali, soprattutto i buoi sdraiati, che in molti imitarono già quando era in vita. Pochissimi gruppi di figure gli sono stati attribuiti.  Questo netsuke, piuttosto espressivo,  ha caratteristiche stilistiche simili a quelle di altri artisti dell'area di Kyōto ed è databile tra la fine del  XVIII  e l'inizio del XIX secolo.

La collezione Lanfranchi possiede altri netsuke di artisti della scuola di Kyōto quali Okatomo e Okanobu.