Ikebana - 5566

Yoshikiyo, scuola di Tokyo (?)

Ikebana
fine del XIX - inizio del XX secolo
avorio  
5,8x6,4x4,5 cm
firma
美清 (Yoshikiyo)
2005 legato Maria Taglietti Lanfranchi
Inv. 5566



L'okimono, composto da più pezzi di avorio, raffigura un uomo seduto che pratica l'arte dell'ikebana ("fiori viventi"; 生け花). Egli sta raccogliendo un mazzo di fiori in una fascina e probabilmente metterà la composizione floreale nel vaso biansato che sta sul basso mobiletto a due cassetti. Ai piedi del personaggio una scatola contiene gli attrezzi da lavoro; all'obi è appesa, grazie ad un netsuke, una borsa da tabacco (tabako-ire, 煙草入) con tanto di pipa (kiseru, 煙管) nell'astuccio (kiseruzutsu, 煙管筒).  Alla base della composizione una placchetta in lacca rossa porta incisa la firma Yoshikiyo (美清).

Non si hanno informazioni specifiche su Yoshikiyo ma lo stile di questa sua composizione e l'uso della placchetta in lacca rossa per la firma sono molto simili a quelli utilizzati dalla Tokyo Sculptors' Society (Tokyo Choko-Kai; 東京彫会), attiva a partire dagli anni '80 del XIX secolo e i cui membri erano specializzati nella produzione di intricati okimono in avorio. Associato a Yoshokiyo era sicuramento Yoshinobu, artista una cui composiazione che rappresenta un personaggio che pratica l'arte dell'Ikebana è presente nella collezione Lanfranchi.

G.R.

Opere correlate: