Giuseppe Bertini - inv. 273

Giuseppe Bertini (1825-1898)

Ritratto del dottor Giovanni Frua
1875 ca.
olio su tela  
94 x 67,5 cm
1917 legato Camilla Gabba Cavezzali
Inv. 273

Non esposto
Vai a:

Il ritratto, databile intorno al 1875, presenta un taglio nitidamente fotografico, tanto da indurre a credere che l’autore si sia servito di una fotografia quale modello. Raffigurato contro uno sfondo neutro, nella pacata dignità della posa composta, Giovanni Frua tiene nella mano sinistra un trattato dedicato alle malattie della laringe, a ricordare la sua stimata professione di medico. Gli eleganti dettagli del bottone di perla o il bagliore discreto della catena che attraversa il panciotto contribuiscono a una sobria immagine di decoro.

Se nei ritratti femminili e infantili l’artista fu talvolta incline a una pittura brillante e piacevole, al contrario nei ritratti maschili puntò su presentazioni sobrie, tutte giocate su poche tinte severe e sulla sapiente asciuttezza di ben dosati dettagli. Una scelta stilistica, questa, in grado di coniugare l’attestazione di prestigio sociale dei personaggi a quella sobrietà e a quel rigore morale cui si improntava lo stile di vita di tanta grande borghesia milanese di fine Ottocento.

L. P.

Consulta la scheda scientifica