Alessandro Bonvicino detto Moretto da Brescia - inv. 3494

Alessandro Bonvicino detto Moretto da Brescia (1498-1554)

Sacra Famiglia con San Giovanni Battista
1535 ca.
olio su tela  
77 x 103,5 cm
1973 donazione Margherita Visconti Venosta
Inv. 3494

Sala Visconti Venosta
Vai a:

La pittura bresciana conobbe nel Cinquecento un periodo di grande sviluppo, unendo il cromatismo veneto alla ricerca luministica e al realismo della scuola lombarda. Il Moretto fu uno dei massimi rappresentanti di questo felice momento artistico della sua città.

L'opera mostra Maria che tiene la mano destra sulla spalla di San Giovannino, mentre con l'altra sorregge Gesù; questi, a sua volta, si protende verso il Battista che gli offre due pere. Sulla destra, assopito in penombra, San Giuseppe con un turbante. La composizione è equilibrata ma non statica: all'intreccio di braccia corrisponde il piegarsi del capo della Vergine; sulla destra, il volto del San Giuseppe crea, con la linea della spalla di Maria un triangolo d'ombra, che prosegue lungo il braccio dell'uomo, e porta l'attenzione dello spettatore sulla pera in basso. Questa composizione ebbe una grande fortuna e dalla tela furono tratte numerosissime copie per tutto il Cinquecento e persino al principio del XVII secolo. 

Moretto mostra inoltre di aver fatta propria con originalità la lezione della pittura tonale veneziana: i colori si accordano su note calde nella resa degli volti così come nell'oro, nell'arancio e nel bruno delle vesti.

S.G.C.

Consulta la scheda scientifica