Luciano Borzone (attribuito a) - inv. 296

Attribuito a Luciano Borzone (1590-1645)

Ritratto di donna
1600-1610
olio su tela  
60 x 43 cm
1893 acquisto 
Inv. 296

Sala pizzi
Vai a:

La dama indossa un abito nero con un ampio collo di pizzo bianco (la lattuga); sul petto è appuntata una preziosa collana di perle che termina, da un lato, con un crocifisso e una medaglia e, dall’altro, con uno stemma. Non è nota l’identità della donna, probabilmente il ritratto è un frammento di una composizione più grande.


L’impostazione e l’uso della luce sono simili a quelli dei ritratti eseguiti da Rubens a Genova, durante il suo soggiorno all’inizio del Seicento (1604-1606). Per queste caratteristiche e per la semplificazione del modellato e il modo in cui sono rese le parti più luminose del volto, l’opera è stata attribuita al pittore genovese Luciano Borzone, artista al momento ancora poco noto, ma di cui nei documenti sono citati numerosi ritratti.
 

Consulta la scheda scientifica