Jan Brueghel il Giovane - inv. 1041

Titolo: 
Paesaggio fluviale con imbarcadero
Numero di Inventario: 
1041
Tipologia: 
paintings
Collezione: 

Painting

Classe iconografica: 
Landscape
Parole chiave soggetto: 
paesaggio
paesaggio fluviale
imbarcadero
Notizie storico-critiche: 
<p><a target="_blank" href="/userfiles/1041.pdf">Consulta la scheda scientifica</a></p>
Motivo attribuzione: 
bibliography
Autore, ambito, luogo di produzione: 
Jan Brueghel il Giovane (1601-1678)
Ambito e luogo di produzione: 
Fiandre
Belgio
Periodo: 
1600
Datazione specifica: 
XVII secolo, prima metà
Libri correlati: 
Pubblicazione: 
Si
Materia e Tecnica: 
oil on copper
Data di Ingresso: 
1879
Acquisizione: 
Gian Giacomo Poldi Pezzoli
Tipo di acquisizione: 
bequest
Tipo di collocazione: 
on display
Collocazione: 
Foreign Artist Room

Questo piccolo rame rappresenta una scena di vita di paese che si svolge lungo un corso d’acqua olandese. Sulle due barche in primo piano, uomini, donne e bambini si apprestano a raggiungere la riva. Altre imbarcazioni solcano le acque con le vele spiegate, o sono ormeggiate. Sulla destra, un grande albero fa da quinta e, dietro ad esso alcuni viandanti camminano su un ponticello, mentre altre figure costellano tutta la riva.


Il modo di raccontare la vita di paese – qui probabilmente una scena domenicale – è tipico di Jan Brueghel il Vecchio, autore di molti paesaggi di questo genere. Trattasi di un tipo di paesaggio innovativo, ideato dall’autore all’inizio del Seicento, in cui l’acqua scorre senza interruzione dal margine inferiore del quadro alla linea dell’orizzonte.


Jan Brueghel II, il Giovane, replicò spesso i dipinti paterni. Il quadro infatti è una copia, con qualche variante, di un dipinto di Brueghel il Vecchio, conservato nel Museo di Nantes, che appartiene al genere dei “canali frontali”.


Rispetto al modello, cambia qui la distribuzione delle barche e delle figure in prossimità dell’approdo, e il profilo costiero si fa meno sinuoso: nell’originale infatti, oltrepassata la punta di terraferma su cui si erge il grande albero, la riva prosegue con una forte incurvatura che Jan II elimina. Anche sul piano pittorico si coglie una certa differenza, soprattutto nel venir meno di quelle finezza e levità di pennello per la quale Brueghel il Vecchio era famoso. Il quadro è comunque un’opera gradevole e dimostra la fortuna delle invenzioni di Brueghel il Vecchio, di cui il figlio si fece abile diffusore.

R.C.