Francesco Hayez - inv. 4131

Francesco Hayez (1791-1882)

Autoritratto con tigre e leone
1830 ca.
olio su tavola  
43 x 51 cm
1997 donazione Riccardo Lampugnani
Inv. 4131

Sala dei vetri antichi di Murano
Vai a:

Per questo autoritratto Hayez ha scelto una tavola dall’insolito formato orizzontale e un taglio dell’immagine molto particolare. L’artista, ancora giovane, non occupa il centro della scena ma si è raffigurato in un angolo, mentre gira il capo rivolgendo uno sguardo, lievemente ironico, allo spettatore. Indossa un abito da lavoro e una berretta da pittore di tessuto floscio, simile a quelle che si vedono in diversi ritratti di Rembrandt.

Il dipinto è quasi interamente occupato da una gabbia che accoglie un leone e una tigre. Il tema della belva, letto in passato come allegoria dell’arte che doma la natura, era caro al gusto romantico per l’Orientalismo, con cui l’artista pare volersi confrontare. Della figura del leone, particolarmente maestosa, esiste un disegno preparatorio, conservato all’Accademia di Brera di Milano.

L’opera è databile all’inizio degli anni trenta, quando ormai l’artista si era trasferito da Venezia nel capoluogo lombardo; appartiene dunque alla produzione giovanile l’altro autoritratto di Hayez di proprietà del museo, in cui il pittore si è rappresentato al centro di un gruppo di amici (inv. 4700).

M.B.

Consulta la scheda scientifica