Carlo Mancini - inv. 36

Carlo Mancini (1829-1910)

Paesaggio con carro tirato da buoi
1857 ca.
acquerello su carta  
25,5 x 45,4
1879 legato Gian Giacomo Poldi Pezzoli
Inv. 36

Non esposto
Vai a:

La scena raffigura un paesaggio di campagna con un lago sullo sfondo, soggetto che l’artista riprenderà più volte. Un contadino conduce sulla strada un carro trainato da buoi, su cui è seduto un altro personaggio. In lontananza, una donna e un fanciullo sostano vicino al lago.
L’artista ricerca una descrizione attenta della realtà, nei suoi particolari e nelle sfumature cromatiche, particolarmente efficace nella resa dei teli stesi sul carro e da esso trascinati.

L’acquerello potrebbe essere lo studio preparatorio per il dipinto su tela di grandi dimensioni intitolato Buoi aggiogati al carro sulle rive del Lago di Annone, firmato e datato 1857, di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio delle Province Lombarde; si tratta di uno dei sei paesaggi presentati da Mancini alla sua prima esposizione pubblica, a Brera, nel 1857. Tra i pochi dettagli che distinguono l’acquerello dalla versione definitiva si nota, nel dipinto, la presenza di un fanciullo vicino al contadino.

Carlo Mancini fu pittore di paesaggi e impostò la sua produzione sul realismo, in reazione al manierismo romantico e alla pittura di storia molto di moda in quegli anni.
L’acquerello apparteneva a Gian Giacomo Poldi Pezzoli, che poteva averlo avuto dallo stesso artista. Quasi coetanei, Poldi Pezzoli e Mancini provenivano da famiglie nobili e avevano condiviso le vicende del Risorgimento lombardo.

F.M.

Consulta la scheda scientifica