Bernardino Lanino - inv. 3164

Bernardino Lanino (ca. 1512-1583)

Decollazione di San Giovanni Battista
1540-1550
tempera su tela  
128 x 121 cm
1895 acquisto 
Inv. 3164

Ingresso
Vai a:

Quest'opera è collegata a Sepoltura di San Giovanni Battista (inv. 3163), Predicazione di San Giovanni Battista contro Erode (inv. 25) e Banchetto di Erode (inv. 26).

Le due tele, come le altre due dello stesso autore esposte nella stessa sala, mostrano grandi perdite di colore causate dalla particolare tecnica di realizzazione. I dipinti, infatti, sono stati eseguiti a tempera su tela senza alcuna preparazione, stendendo il colore direttamente sul supporto. I pigmenti ossidati, inariditi e polverizzati, si sono già da tempo staccati dalla tela lasciando in vista vaste lacune.
Nella Decollazione di San Giovannil Battista il carnefice, di spalle, posa sul piatto retto da Salomè, la testa del santo, il cui corpo giace a terra.
Nella Sepoltura, in primo piano tre uomini depongono il cadavere del santo nella tomba durante la cerimonia funebre, celebrata da chierici e religiosi,  con tanto di cantori e ceri.
Le tele costituivano parte delle ante della pala di Bernardino Gatti nel Duomo di Vigevano e, in origine, dovevano comprendere anche altri episodi della vita del Battista. Esse vennero pagate a Bernardino Lanino nel dicembre del 1550.
Si tratta di opere tarde dell’artista vercellese, allievo di Gaudenzio Ferrari, attivo soprattutto tra Piemonte e Lombardia, che collaborò a lungo anche a Milano con Bernardino Luini.

L.G.

 

 

Consulta la scheda scientifica

Opere correlate: