Francesco Morone - inv. 1551

Titolo: 
Sansone e Dalila
Numero di Inventario: 
1551
Tipologia: 
paintings
Collezione: 

Painting

Classe iconografica: 
Religious
Parole chiave soggetto: 
Sansone
Dalila
Motivo attribuzione: 
bibliography
Autore, ambito, luogo di produzione: 
Francesco Morone (ca. 1471-1529)
Ambito e luogo di produzione: 
Verona
Veneto
Italia
Notizie storico-critiche: 
<p><a target="_blank" href="/userfiles/1551.pdf">Consulta la scheda scientifica</a></p>
Periodo: 
1500
Datazione specifica: 
1500-1510
Libri correlati: 
Pubblicazione: 
Si
Materia e Tecnica: 
tempera on panel
Opere correlate: 
Data di Ingresso: 
1879
Acquisizione: 
Gian Giacomo Poldi Pezzoli
Tipo di acquisizione: 
bequest
Tipo di collocazione: 
on display
Collocazione: 
Perugino Room

Si tratta di un capolavoro di Francesco Morone, uno dei più importanti pittori veronesi tra fine Quattro e inizio Cinquecento, figlio di Domenico ed erede della maggiore bottega cittadina. L'opera era forse destinata in origine a decorare una spalliera, come farebbero supporre le dimensioni e la forma. Il celebre episodio rappresentato è tratto dal libro dei Giudici (16, 18-19): Sansone, sedotto dalla bella Dalila, si addormenta e i nemici riescono a recidere le sette trecce della sua chioma, privando così l'eroe della sua forza sovrumana. La rappresentazione appare fedele al testo biblico, anche per la presenza del giovane, sulla sinistra, che taglia i capelli (si tratta di una figura quasi sempre ignorata nell'iconografia dell'episodio). Quel che colpisce, tuttavia, è il tono della narrazione, pacato, fatto di gesti delicati e lenti. Anche l'ambientazione, con i bellissimi costumi di primo Cinquecento e l’architettura delineata con uno scorcio sicuro, riflette un gusto cortese, prossimo alla produzione contemporanea di Vittore Carpaccio, il più grande narratore della pittura veneta, che ebbe un'influenza determinante sull'arte di Francesco Morone. Lo stato di conservazione non molto buono non consente, purtroppo, una soddisfacente lettura dell'opera da un punto di vista stilistico.

S.G.C.

AC/DC: 
DC