Eleuterio Pagliano - inv. 42/14

Eleuterio Pagliano (1826-1903)

Giovane con rosa
1850-1860
  
32,4 x 23,7 cm
firma
"Pagliano f."
1879 legato Gian Giacomo Poldi Pezzoli
Inv. 42/14

Non esposto
Vai a:

Seduta sul davanzale di una finestra, una giovane donna ha colto una rosa da un tralcio fiorito e si perde nell’odorarne il profumo, forse abbandonandosi ai ricordi. Le facili implicazioni sentimentali della scena, così come la sensuale avvenenza della spalla candida, svelata dall’allentarsi della veste, sono tra le principali attrattive dell’immagine. La solida maestria formale dell’autore è affidata alla resa scenografica della tenda azzurra drappeggiata dietro la figura.
L’acquerello risale, per motivi stilistici, al sesto decennio del secolo. In questi stessi anni Eleuterio Pagliano andava affiancando all’attività artistica la strenua partecipazione alle campagne delle guerre d’indipendenza, militando a più riprese nelle fila garibaldine. Legato da profonda amicizia a Giuseppe Bertini, con il quale aveva condiviso gli anni della formazione all’Accademia di Brera, Pagliano si era affermato sulla scena artistica milanese soprattutto come pittore di temi storici, spesso con chiare allusioni patriottiche, e di dipinti ispirati a episodi e personaggi dell’epopea risorgimentale.

L.P.

 Consulta la scheda scientifica