Giovan Battista Salvi detto Sassoferrato - inv. 1110

Giovan Battista Salvi detto Sassoferrato (1609-1685)

Madonna con il Bambino
1635-1650
olio su rame  
21,7 x 16,3 cm
1879 legato Gian Giacomo Poldi Pezzoli
Inv. 1110

Sala nera
Vai a:

Il piccolo dipinto rappresenta la Madonna seduta sulle nubi con il Bambino in braccio. Si tratta della rielaborazione in controparte (girata nel senso opposto rispetto all’originale) del motivo centrale di un famoso dipinto di Raffaello, databile al 1512, noto come la Madonna di Foligno (oggi Pinacoteca Vaticana a Roma). Il fatto che sia in controparte fa pensare che sia stato ripreso da una stampa, piuttosto che dall’originale.
Giovan Battista Salvi tra il 1635 e il 1650 dipinse quindici tra copie e derivazioni da quadri del primo Cinquecento per la chiesa di San Pietro a Perugia. Probabilmente in questo periodo realizzo’ anche il piccolo rame del Poldi Pezzoli, la cui alta qualita’ esclude la collaborazione della bottega.
L’attivita’ di pittore devozionale mantenne il Sassoferrato al di fuori delle controversie estetiche che attiravano tanti pittori e teorici a Roma nel Seicento.
Famoso per le sue copie di originali raffaelleschi, non venne citato dai biografi dell’epoca, ma ebbe un notevole successo di pubblico tanto che la sua fiorente bottega, anche dopo la sua morte, continuo’ a produrre copie dei suoi dipinti.

M.S.

 

Consulta la scheda scientifica