Gian Pietro Rizzi detto Giampietrino (attivo a Milano dal 1508 circa al 1553) - inv. 1637

AllegatoDimensione
Scheda Scientifica81.4 KB
Titolo: 
Madonna con il Bambino (recto); Icosidodecaedro (verso)
Numero di Inventario: 
1637
Tipologia: 
paintings
Collezione: 

Painting

Classe iconografica: 
Religious
Parole chiave soggetto: 
Madonna con Bambino
Autore: 
Motivo attribuzione: 
bibliography
Autore, ambito, luogo di produzione: 
Gian Pietro Rizzoli detto Il Giampietrino (attivo 1508-1553)
Ambito e luogo di produzione: 
Milano
Lombardia
Italia
Notizie storico-critiche: 
Periodo: 
1500
Datazione specifica: 
1510-1515
Libri correlati: 
Pubblicazione: 
Si
Materia e Tecnica: 
tempera on panel
Data di Ingresso: 
1881
Tipo di acquisizione: 
acquisition
Tipo di collocazione: 
on display
Collocazione: 
Lombard Rooms

 

Maria tiene in braccio Gesù, che ha in mano un fiore bianco, simbolo di purezza. Madre e figlio si scambiano uno sguardo serio e velato di malinconia, presagio della Crocifissione. La composizione è chiaramente leonardesca nella struttura piramidale delle due figure, nelle mani affusolate della Madonna e nella movimento del Bambino. Agli inizi della sua carriera, il Giampietrino si ispirava quasi esclusivamente a Leonardo.

Sul retro di questa tavola è dipinto infatti un icosidodecaedro, un poliedro formato da dodici pentagoni regolari e da venti triangoli equilateri. Questo complicato solido era tra i disegni di Leonardo del Codice Atlantico ed era stato riprodotto nel “De divina Proportione”, il trattato del matematico Luca Pacioli stampato nel 1509.

 

Il dipinto del Museo Poldi Pezzoli, eseguito all’incirca tra il 1510 e il 1515, conferma la fedeltà dell’artista al maestro e appare come un vero e proprio segno di appartenenza al suo entourage: l’abbinamento dei due soggetti, uno sacro e uno geometrico, è infatti insolito e curioso e dimostra l’aggiornamento culturale di Giampietrino e la sua familiarità con gli studi scientifici leonardeschi.

Masterpiece: 
false
AC/DC: 
DC