Justus Suttermans - inv. 1154

Titolo: 
Ritratto del Cardinale Carlo de' Medici
Numero di Inventario: 
1154
Tipologia: 
paintings
Collezione: 

Painting

Classe iconografica: 
Portrait
Parole chiave soggetto: 
Carlo de' Medici
ritratto d'uomo
Notizie storico-critiche: 
<p><a target="_blank" href="/userfiles/1154.pdf">Consulta la scheda scientifica</a></p>
Motivo attribuzione: 
bibliography
Autore, ambito, luogo di produzione: 
Justus Suttermans (1597-1681)
Ambito e luogo di produzione: 
Firenze
Toscana
Italia
Pubblicazione: 
Si
Periodo: 
1600
1650
Datazione specifica: 
1650 ca.
Libri correlati: 
Materia e Tecnica: 
oil on canvas
Data di Ingresso: 
1894
Tipo di acquisizione: 
acquisition
Tipo di collocazione: 
on display
Collocazione: 
Black Room

Il personaggio è stato identificato con il cardinale Carlo de’ Medici (1595-1666) grazie al confronto con altri suoi ritratti, tra cui quello celebre, realizzato dallo stesso Sustermans, un tempo conservato nella villa medicea di Poggio a Caiano e oggi esposto negli appartamenti di Palazzo Pitti a Firenze.

Carlo de’ Medici, figlio di Ferdinando I e Cristina di Lorena, fu nominato cardinale da Paolo V il 2 dicembre 1615. Amante delle arti, si dilettò di musica e teatro e collezionò dipinti – tra cui opere di Andrea del Sarto e di pittori fiorentini e emiliani del Seicento - molti dei quali si trovano oggi nelle Gallerie fiorentine.

Il personaggio è rappresentato con le vesti cardinalizie - la berretta e la cappa rossa foderata di pelliccia - mentre volge lo sguardo allo spettatore e stringe nella mano destra un foglio arrotolato. La pennellata sgranata e pastosa, la freschezza e la libertà del tocco, indicano una datazione tra la fine del sesto e l’inizio del settimo decennio del Seicento. Siamo quindi nella fase matura dell’attività di Suttermans che, nativo di Anversa, giunse nel 1620 a Firenze dove avrebbe vissuto e lavorato sino alla morte, salvo brevi soggiorni in altre città, tra cui Mantova, Roma, Parma e Genova.

R.C.
 

AC/DC: 
DC