Coppetta - inv. 1223

Venezia, fine del XV – inizi del XVI secolo

Coppetta
vetro azzurro  
altezza 55 mm, diametro 145 mm
1879 legato Gian Giacomo Poldi Pezzoli
Inv. 1223

Sala dei vetri antichi di Murano


La coppetta ha una semplicissima forma semicircolare, leggermente svasata, con base ad anello. La superficie è dipinta a smalti: all’esterno con squamette e puntini bianchi, rossi, verdi e oro; all’interno con la figura a mezzo busto di San Francesco, che tiene con la mano sinistra il crocifisso e con la destra un libro chiuso. La decorazione a smalto su vetro colorato si diffonde intorno alla metà del secolo XV: i pigmenti colorati venivano applicati direttamente sull’oggetto di vetro e fissati con una seconda cottura. Le squamette e soprattutto i puntini, avevano successo perché non richiedevano grande abilità tecnica e, allo stesso tempo non nascondevano la trasparenza del vetro. Il soggetto di questa coppetta, sacro anziché profano, è raro e fa pensare a una destinazione votiva o liturgica.